WWW.ARCHIVIOTORO.IT
info@archiviotoro.it
errori@archiviotoro.it
Comunale
02/09/1973
h.21.00
TORINO - TERNANA 2-1 (0-1)
Torino
: Castellini, Lombardo (al 46' Zecchini), Fossati (al 64' Vernacchia), Mozzini, Cereser, Ferrini, Rampanti, Mascetti, Bui, Sala C., Pulici. All.: Giagnoni.
Ternana: Nardin, Rosa, Masiello, Platto, Agretti, Benatti, Panizza, Gritti, Jacomuzzi, Crivelli, Rossi (al 55' Prunecchi). All.: Riccomini.
Arbitro: Casarin di Milano.
Reti: Rossi 20' (Te), Ferrini 68' (To), Pulici 83' (To).
Spettatori: 21.196 paganti per un incasso di 37.158.100 lire.
Note: Serata tiepida ma con aria respirabile, terreno in perfette condizioni. Presenti in tribuna d'onore l'sservatore federale Trevisan ed il manager delle squadre nazionali Allodi.
Cronaca
[Tratto da La Stampa del 3 settembre 1973]
Ventimila persone applaudono il Torino al suo ritorno al Comunale, inondato di luce, mentre sulla curva Maratona risuona l'ormai tradizionale concerto di tamburi. La Ternana degli ex parte subito all'assalto, affidando a Rossi, irriconoscibile ora che non è più capellone, il compito di concludere: tenacemente contrastato in area, l'attaccante non riesce a calciare. Ci riesce subito dopo Sala, ma il suo tiro è troppo centrale, per cui Nardin può parare. Le marcature sono secondo logica: Platto-Sala, Rosa-Pulici, Agretti-Bui, Mastello-Rampanti, Lombardo-Rossi, Mozzini-Jacomuzzi, Fossati-Panizza. Il Torino stenta a legare: molte buone intensioni, i soliti tocchi intelligenti, anche se eccessivi, di Bui, ma scarsa efficacia in fase conclusiva. La Ternana sta arroccata davanti a Nardin, per poi allargarsi elegantemente in avanti, lavorando di rimessa con Mastello, Crivelli e Gritti, mentre Jacomuzzi e Rossi tengono costantemente all'erta la retroguardia granata. Mentre sugli spalti qualcuno grida "Sveglia, sveglia!" al Torino, la Ternana va in gol: scambio Crivelli-Rossi e l'ala, in mezzo a due difensori, un po' incerti, riesce a calciare battendo Castellini, vanamente proteso in tuffo. E' il 20'. La replica del Torino è fiacca: cross di Pulici, colpo di testa di Bui (in fuori gioco) e parata di Nardin. Al 25' fortunoso salvataggio della Ternana: Fossati aggancia un cross e tira corto, prende la palla Pulici, che tira in porta: Nardin è battuto, ma Agretti respinge con un piede. Bella azione del Torino al 29': Sala lancia Pulici in profondità, scatto del granata che va via a Rosa, ma due metri dopo Agretti lo stende con un calcione. Accorre il medico, è nulla di grave. La punizione si conclude con un tiro alto di Ferrini. Il Torino continua a latitare, dagli spalti si levano fischi e la Ternana va in cattedra. A questo punto gli stessi tifosi granata si alzano in piedi ad applaudirla. Un'azione Panizza-Crivelli-Jacomuzzi con cross in area e rovesciata di Panizza è semplicemente entusiasmante: la palla esce di poco a lato. Gli ex-granata appaiono un palmo superiori agli altri, e Cri velli, detto "hallerino", li dirige con maestria. Brutto gesto di reazione di Pulici su Rosa, entratogli addosso con decisione: l'arbitro fischia e nel contempo Pulici molla un calcio a freddo all'avversario. Casarin fa finta di niente. Palo di Bui al 42', su cross dal fondo di Sala, Gianni colpisce di testa, Nardin è battuto, ma il montante lo salva, respingendo il pallone. Nella ripresa il Torino presenta una variante; Zecchini al posto di Lombardo. Ancora la Ternana in attacco: conclusione di Gritti, Castellini a terra non riesce a bloccare la palla e Jacomuzzi arriva con un secondo di ritardo per insaccare. Applausi per un altro ex, Masiello, lanciatosi in acrobatica rovesciata. Jacomuzzi, un prodotto del vivaio granata affermatosi nel Novara e quindi nel Verona, si esibisce in numeri pregevoli e Mozzini non riesce a frenarlo. Al 10' anche la Ternana sostituisce un giocatore: esce Rossi che appare alquanto affaticato ed entra l'ex ala della Rovereto Prunecchi, anch'egli appartenente al Torino. I granata continuano a deludere, il pubblico ormai non nasconde più la propria stizza, qualcuno invoca già il nome di Graziani o di Vernacchia. Ora Ferrini gioca più avanzato rispetto al primo tempo e l'evanescente Mascetti sta in copertura. Pulici è fuori fase, sbaglia anche le palle più facili. Sala si intestardisce nei dribbling in mezzo a tre - quattro uomini. Questo Torino è irriconoscibile. Al 20' Giagnoni gioca la carta Vernacchia: toglie Fossati, sposta Rampanti sulla sinistra e impiega l'ex atalantino sulla fascia destra. Tocca alla vecchia guardia salvare la situazione. Al 66' Mascetti lancia a Bui che stoppa di spalla e dà indietro a capitan Ferini, questi avanza per qualche metro, giunge sul limite, quindi spara: Nardin si lancia sulla destra un po' in ritardo, tocca il pallone con una mano ma non riesce a fermarlo. E' il sospirato uno a uno. Il gol dà l'attesa carica al Torino che si distende in avanti e sfiora il raddoppio. E' il 28'. Palla da Sala a Bui che al volo calcia di destro: Nardin riesce a chiudere il pallone a una spanna dal palo, deviandolo in calcio d'angolo. Un mani clamoroso di Benatti, in piena area di rigore, su cross al centro di Vernacchia non è rilevato dall'arbitro che fa cenno di continuare. E' rigore, evidentissimo, data la volontarietà dell'intervento. Pulici protesta e l'arbitro gli fischia contro una punizione. Subito dopo Mascetti lancia Bui che al volo, a mezza altezza, gira con potenza in porta, ma Nardin coi pugni respinge. Dopo tante delusioni, Pulici si riscatta nel finale con un gol da campione. E' il 38'. Vernacchia va via agilmente sulla linea laterale destra, dà a Bui che smista al centro in area: stop di testa di Pulici e cannonata al volo. Nardin non vede neanche la palla: 2 a 1. Ora la folla può sfogarsi e gridare più volte: "Toro-Toro".