WWW.ARCHIVIOTORO.IT
info@archiviotoro.it
errori@archiviotoro.it
Is Arenas
24/02/2013
h.15.00
CAGLIARI - TORINO 4-3 (1-0)
Cagliari
: Agazzi, Pisanu, Rossettini, Astori, Avelar (al 58' Perico), Ekdal, Conti, Nainnggolan, Cossu (all'85' Cabrera), Ibarbo (al 65' Pinilla), Sau. A disposizione: Avramov, Ariaudo, Casarini, Eriksson, Dessena, Nené. All.: Pulga.
Torino: Gillet, Darmian, Glik, Ogbonna, Masiello, Stevanovic, Gazzi, Vives, Cerci (al 90' Menga), Bianchi, Barreto. A disposizione: Coppola, D'Ambrosio, Rodriguez, Caceres, Basha, Brighi. All.: Ventura.
Arbitro: Peruzzo di Schio.
Marcatori: Sau 37' rig. (C), Cerci 47' (T), Stevanovic 54' (T), Conti 75', 95' (C), Pinilla 87' rig. (C), Bianchi 93' rig. (T).
Spettatori: 0.
Note: La partita è stata disputata allo stadio Is Arenas di Quartu Sant'Elena (CA), a porte chiuse. All'interno dello stadio erano ammessi solamente pochi addetti ai lavori. Espulsi Ogbonna all'86' per fallo intenzionale in occasione del secondo rigore cagliaritano, e Diop per gioco scomposto all'87' dopo pochissimi secondi dal suo ingresso. Ammoniti Conti, Stevanovic, Nainnggolan e Vives, tutti per gioco falloso. Esordio in maglia granata per Menga. Con i due subiti in questa partita, il Torino sale a 10 in testa alla classifica dei rigori subiti.
Cronaca
[Tratto da La Repubblica online del 24 febbraio 2013]
Al termine di un incredibile secondo tempo, il Cagliari batte 4-3 il Torino e lo agguanta in classifica facendo forse un passo decisivo verso la salvezza. Peccato che Is Arenas sia chiusa al pubblico per volere del Prefetto: lo show messo in campo oggi meritava una più degna cornice di pubblico. Gara infatti pirotecnica e dai continui capovolgimenti di fronte. Vantaggio su rigore di Sau nel primo tempo. Nella ripresa accade di tutto: pareggia Cerci e segna Stevanovic. Poi Conti fa 2-2 e Pinilla conquista e realizza un calcio di rigore. Il Toro resta in nove a causa delle espulsioni di Ogbonna (malissimo oggi) e Diop (decisione severa dell'arbitro), ma Bianchi si procura e segna il penalty del 3-3. In pieno recupero Conti, complice una deviazione decisiva di Glik, consegna i tre punti ai sardi. Undicesimo centro per Sau - Pulga schiera un 4-3-1-2 con Cossu dietro le punte, Sau e Ibarbo. Ventura risponde riproponendo l'undici che domenica scorsa ha sconfitto l'Atalanta: 4-2-4 con Vives e Gazzi in mezzo al campo, Cerci e Stevanovic esterni e Bianchi e Barreto di punta. Per oltre mezz'ora di primo tempo la partita vive sull'equilibrio ed è avara di emozioni. Le squadre tendono ad annullarsi senza concedere nulla agli attacchi. La svolta al 37': Sau controlla palla in area ospite, spalle alla porta. E Ogbonna interviene sull'attaccante in modo scomposto. Rigore netto che lo stesso Sau realizza per l'1-0 sardo. Undicesimo centro in campionato per Sau e primi 45' che vanno in archivio. Toro scatenato - Il secondo tempo è l'esatto contrario del primo: difese ballerine, occasioni e sagra del gol. Ci pensa il Toro ad accendere la miccia tornando in campo, dopo l'intervallo, con intenzioni molto bellicose. Nei primi 9' di ripresa i granata ne fanno due: sulla corsia di destra Avelar si fa travolgere da Darmian e Cerci. Al 2' attacca Darmian, la palla schizza in area e Cerci al volo di sinistro infila Agazzi sul secondo palo. Al 9' siamo 2-1: cross dal fondo destro di Cerci, Agazzi esce per smanacciare ma la sfera resta lì; Stevanovic è lesto e insacca. Il Torino è nettamente scatenato e Pulga corre ai ripari levando Avelar e inserendo al suo posto Perico: a fare il terzino sinistro ci va Pisano. Reagisce il Cagliari - Poco dopo tocca a Pinilla al posto di uno spento Ibarbo. Ventura risponde con Birsa al posto di Stevanovic. I cambi premiano il tecnico rossoblu. Il Cagliari infatti, dopo una prima parte di secondo tempo da sballottamento totale, reagisce. Al minuto 30' siamo 2-2: cross dalla sinistra di Cossu, la difesa si alza e si dimentica di Conti che di testa fa centro. I sardi insistono e Perico sfiora il 3-2 dopo un angolo. Pinilla invece si conquista un calcio di rigore al 41' con una grandissima percussione centrale: in area Ogbonna (ancora lui) lo stende. Espulsione per il difensore centrale granata. Dagli undici metri stavolta ci va lo stesso Pinilla che non sbaglia. Il Toro pareggia in nove - Ventura tenta il tutto per tutto inserendo Diop al posto di Barreto. Ma il neo entrato si fa espellere qualche secondo dopo il suo ingresso in campo. A gioco fermo dà una manata a Conti, nemmeno pesante. Peruzzo è molto severo e lo caccia immediatamente lasciando i piemontesi in nove. L'inferiorità numerica non ferma l'impeto di Bianchi che al 47' si fa trattenere fallosamente in area sarda da Astori. Rigore che il capitano realizza: 3-3. Conti ringrazia Glik - Partita finita? Nemmeno per sogno. I minuti di recupero sono 5 e proprio al 49' Daniele Conti scaglia un potente tiro verso la porta granata da una trentina di metri. Sulla traiettoria c'è Glik che col corpo devia la sfera ingannando in modo decisivo Gillet: 4-3 e match che finalmente può avere la parola fine. Missione compiuta per il Cagliari che sale a quota 31 in classifica agganciando proprio il Torino.