WWW.ARCHIVIOTORO.IT
info@archiviotoro.it
errori@archiviotoro.it
Grande Torino
29/11/2017
h.21.00
TORINO - CARPI 2-0 (2-0)
Torino
: Milinkovic-Savic, De Silvestri, Bonifazi, Lyanco, Molinaro, Baselli (al 61' Gustafson), Valdifiori, Acquah, Iago Falque (al 74' Edera), Belotti, Niang (al 55' Boy&eacvute;). A disposizione: Ichazo, Burdisso, Ansaldi, Berenguer, Obi, Barreca, Moretti, Nkoulou, Rincon. All.: Mihajlovic.
Carpi: Serraiocco, Calapai, Sabbione, Brosco, Venturini (all'86' Yamga), Anastasio, Romano, Giorico (al 55' Saric), M'baye, Manconi (al 67' Malcore), N'Zola. A disposizione: Brunelli, Colombi, Verna, Carletti, Pachonik, Belloni, Saber. All.: Calabro.
Arbitro: Illuzzi di Molfetta.
Reti: Iago Falque 19', Belotti 32'.
Spettatori: 3.931 paganti per un incasso di 41.390 euro.
Note: Ammoniti Molinaro e Sabbione per gioco falloso, serata fredda, terreno in discrete condizioni, presenti al Grande Torino una cinquantina di sostenitori del Carpi; recupero 1' pt, 3' st. Esordio ufficiale assoluto in maglia granata per Bonifazi e Milinkovic-Savic; il portiere serbo si é reso protagonista di un fuori programma a pochi secondi dal termine del recupero del secondo tempo, calciando una punizione da circa 25 metri che é andata stampandosi sulla traversa tra lo stupore dei pochi presenti sugli spalti. Il Torino si qualifica agli ottavi di finale, dove incontrerá la Roma in gara secca da disputarsi all'Olimpico di Roma il prossimo 20 dicembre.
Cronaca
[Tratto da La Repubblica online del 29 novembre 2017]
Debutto in Coppa Italia senza problemi per il Toro, eliminazione senza troppi rimpianti per il Carpi, che ha scelto di giocarsela al "Grande Torino" facendo un ampio ricorso al turnover. Le distanze qualitative, già presenti, si sono così dilatate e i granata hanno virtualmente chiuso la partita già nel primo tempo, con le reti di Iago Falque e Belotti. Il 2-0 dei primi 45 minuti durerà fino al triplice fischio. I gol e Niang - In entrambi i gol c'è lo zampino di Niang, che al 18' scova da corner Iago solo al limite dell'area: lo spagnolo ha tutto il tempo di caricare il tiro e sparare, la palla passa fra qualche paio di gambe e finisce in rete. Al 32' sempre Niang accelera sulla sinistra e piazza un cross per Belotti, che sul secondo palo di testa fissa il 2-0. Non è tutta di luci, la partita del franco-senegalese, che in altre occasioni fa mormorare lo stadio per errori in fase di appoggio e che dopo 10' della ripresa chiede il cambio: entra Boyé, arriva dagli spalti qualche fischio. Giovani e Belotti - Il Toro gioca con una formazione simil-titolare, in cui ritrova Lyanco dietro e inserisce i giovani Milinkovic Savic in porta e Bonifazi in difesa (i due a inizio ripresa rischiano un clamoroso autogol, ma nel complesso non demeritano). Il portiere serbo, fratello del laziale Sergej, si farà notare nel recupero, quando va a tirare una punizione dai 25-30 metri, colpendo in pieno la traversa. La squadra di Mihajlovic rischia poco o nulla e si gode il ritorno al gol del Gallo, che non segnava dal 20 settembre e che prima di sbloccarsi aveva mancato un paio di occasioni. Nella ripresa però il centravanti per altre due volte spara sul portiere Serraiocco (e almeno una delle conclusioni era comoda), mentre il subentrante Edera si fa notare per alcune iniziative personali. Ora per Mihajlovic c'è l'Atalanta in campionato, mentre in Coppa troverà la Roma negli ottavi.