WWW.ARCHIVIOTORO.IT
info@archiviotoro.it
errori@archiviotoro.it
Comunale
13/06/1984
h.20.30
TORINO - ROMA 1-3 (0-1)
Torino
: Terraneo, Francini, Beruatto, Corradini, Danova, Galbiati, Schachner, Caso, Selvaggi, Dossena, Hernandez. A disposizione.: Copparoni, Benedetti, Zaccarelli, Pileggi, Rossi. All.: Bersellini.
Roma: Tancredi, Nappi, Nela, Di Bartolomei, Falcao, Oddi, Conti, Cerezo, Pruzzo (al 56' Vincenzi), Chierici (al 32' Strukelj), Graziani. A disposizione.: Malgioglio, Bonetti, Giannini. All.: Liedholm.
Arbitro: Bergamo di Livorno.
Reti: Conti 6' , Strukelj 51', 80' , Selvaggi 55' (T).
Spettatori: 25.009 paganti per un incasso di 237.124.000 lire.
Note: Ammonito Conti per gioco scorretto; granata contestati (e scortati dalla polizia) in un turbolento dopo gara. Serata molto calda, terreno in buone condizioni.
Cronaca
[Tratto da La Stampa del 14 giugno 1984]
La sfida tra Torino e Roma è ormai una classicissima di Coppa Italia e l'andata delle semifinali ha richiamato almeno 25 mila spetattori. Dopo due finali consecutive (1980 e 81) vinte dai giallorossi ai rigori, uil Torino provava ancora una volta s sfatare la tradizione avversa. Ma la Roma si confermava una "bestia nera". Liedholm recuperando Falcao (seppure a mezzo servizio), e schierando Graziani e Pruzzo, dimostrava di voler chiudere in anticipo la partita doppia. Portava Chierico a sostegno delle punte, con Conti centrocampista aggiunto e, malgrado fosse una Roma sbilanciata in avanti, andava a abersaglio una prima volta dopo 6' approfittando di una "dormita generale" dellla difesa del Torino. L'azione era impostata da Di Bartolomei per Conti che di testa scambiava con Graziani, poi indisturbato con un diagonale destro infilava imparabilmente Terraneo. Davvero incredibile come il Torino si sia potuto lasciar infilare in quel modo. La reazione dei granata era furente ma disordinata e produceva due enormi palle gol per Schachner che sprecava regolarmente. La prima al 12': Dossena serviva Galbiati il cui cross coro trovava Schachner davanti alla porta, ma l'austriaco, sbilanciato, calciava oltre la traversa. La seconda un minuto dopo, su lancio di Selvaggi, Schachner, si liberava dell'abbraccio tutt'altro che amichevole di Nappi, dribblava anche Tancredi, ma si allargava troppo e non "vedeva" la porta ormai sguarnita, consentendo allo stesso Nappi di recuperare e liberare. Il Torino pur non trovando le giuste contromisure per controbattere la "zona" didascalica" della Roma, produceva fiammate grazia alle buona vena di Dossena. La Roma subiva con Falcao che si notava poco ma si adoperava nel "filtro". Ancora su ispirazione di Dossena, Selvaggi si portava in zona tiro ma la sua conclusione dal limite era parata da Tancredi. Al 32' Chierico, che aveva ricevuto al 3' una botta sul collo del piede destro, cedeva il posto a Strukelj mentre il Torino batteva un corner. La palla calciata da Hernandez spioveva in area dove Dossena la indirizzava accanto al palo, sulla destra di Tancredi, dove c'era Schachner che, dalla linea di fondo, non riusciva a concludere. Altra occasione per il Torino al 37': su cross da fondo campo di Schachner, Caso e poi Selvaggi entravano a vuoto, mancando l'impatto col pallone da distanza ravvicinatissima. Il tempo si chiudeva con uno spunto di Schachner in fuorigioco non rilevato dall'arbitro. Sospinto dal commovente tifo della Curva Maratona, il Torino aggrediva invano la Roma. Falcao salvava sulla linea (46') su colpo di testa di Beruatto, poi ancora una deviazione di Beruatto su tiro di Caso provocava un brivido a Tancredi (47'), ma era la Roma ad andare nuovamente a bersaglio al 51'. Dopo un calcio d'angolo Conti tirava, la palla veniva stoppata da Corradini e Graziani che tentava la conclusione, la palla schizzava verso l'accorrente e liberissimo Strukelj che, con Terraneo a terra, insaccava a porta vuota. Davvero sproporzionato il punteggio , ma l'orgoglio del Torino non era ancora domato e, dopo uno stupendo fendente basso di Dossena (miglior granata in campo), i granata dimezzavano le distanze (55'). Hernandez toccava per Dossena che pennellava un cross basso sotto porta per Selvaggi, il quale non aveva difficoltà ad insaccare. Al 56' Liedholm faceva entrare Vincenzi al posto dell'evanescente Pruzzo e al 59' su cross di Hernandez , Schachner mancava in tuffo l'impatto di testa con il pallone del possibile 2 a 2. La partita offriva scampoli di gioco senza continuità. Il Torino costruiva un'altra grossa palla-gol. Su punizione di Dossena e assist di Selvaggi, Galbiati tirava a colpo sicuro, ma Tancredi con una prodezza evitava il pareggio che sarebbe stato sacrosanto fino a quel momento. Al 77' altra occasionissima per Schachner su cross di Selovaggi, ma il colpo di testa dell'austriaco, anziché in porta era diretto a Hernandez che non se l'aspettava e non sfruttava la situazione. Ormai il Torino aveva speso tutto e veniva castigato all'80' per la terza volta. Strukelj, al termine di una caparbia azione, infilava tra le gambe Terraneo. Ormai rassegnati e beffati, i granata autolesionisti concedevano nel finale un'occasione a Graziani che colpiva la traversa.